lunedì 16 novembre 2015

La ragazza di Parigi, un fiore per Valeria

La ragazza di Parigi ha il mondo intero dentro un  sorriso, e ormai se ne vedono proprio pochi di sorrisi così.
Sorride alla vita sì,  ma a quella di tutti, non solo alla sua.
Ha un sorriso con le braccia spalancate.
I suoi occhi brillano, ti passano dentro, ti superano anche, vanno incontro all'umanità di tutto il mondo.
Deve essere davvero speciale la ragazza di Parigi, se così bella com'è si offre all'obiettivo senza sacrificare neanche una goccia del suo sorriso alla gloria della vanità personale. 
La ragazza di Parigi lo porge e lo regala tutto il suo sorriso, non ne tiene per sé neanche una goccia, meno che mai per vantare la sua bellezza: che pure c'è, la bellezza, e ce n'è tanta.
Perché la sua è una bellezza  totalmente innocente, lo racconta bene la sua foto, quel sorriso che lascia senza parole, esattamente come l'innocente fede nella vita di tutti che le riempie gli occhi.
La bellezza del suo sorriso e del suo viso scaturiscono e parlano così dal profondo che, alla fine, non distingui più, non potresti farlo neanche se lo volessi, la luce della sua anima dalla luce del suo volto perfetto. Grazie, Valeria, d'essere passata tra noi sorridendo a quel modo.

2 commenti:

  1. è bello questo tuo post
    e viene voglia di dire grazie anche a te per averle reso omaggio con questa descrizione, che è vera e toccante.
    Grazie per aver donato una lieve parentesi ai deliri di questi giorni, quelli no che non rendono onore all'impegno di Valeria. Un pensiero per lei, e per le vittime tutte di queste folli folli guerre

    RispondiElimina
  2. Quoto lòe tue parole. Ogni gesto d'amore serve sempre.
    Maurizio

    RispondiElimina

Commenti volgari, pretestuosi, completamente fuori tema, o dettati da malumori strettamente personali e/o fantasiosi e, di conseguenza, di nessun interesse né per me, né per gli altri, verranno elegantemente decapitati da me personalmente.