martedì 4 aprile 2017

l'inspiegabile bellezza del melograno, Punica Granatum


…dicevo del Melograno, Punica Granatum,  che è  un frutto adatto alle fate, e non a caso lo trovi nelle fiabe e nelle leggende.
Dicevo che l'asprigno che reca nel fondo del gusto è il ricordo della selva,  e che per questo mi piace.
Dicevo che è un frutto affascinante, sia  quando il suo colore è oro, dal pallido all'ocra, sia quando si concentra nel rosso granata. Perché è nel rosso profondo che il melograno appare ancora più vivo, arrivando a farsi vena, dopo aver divorato tutto l'oro.
Rimane affascinate il melograno,anche quando il suo rosso si scompone,  stemperandosi  in mille fili, l'anima forte che cede alla forza della passione .
Ogni volta che lo apro e mi appare il suo foglietto di chiarissimo giallo mi fermo stupefatta ad ammirarlo: la grazia e il pudore di quel lembo leggero che avvolge i chicchi e sembra  voler dire che quell’anima succosa è troppo preziosa per non portare una veste che la ripari.
Ha un'anima a grani  il melograno, e dentro  è tutto un gioco di luci e trasparenze: il rosso scuro che si raccoglie nella parte più grande del chicco, lasciando un angolo di bianco trasparente alla punta. Ed è da quel bianco astrale che pare trarre origine ogni cosa, il fascino e il simbolo, la fiaba ed il succo.
Veder cadere gli acini dall’interno, nel momento in cui lo sgrani, è come vedere un folletto che si perde le stelle di tasca.
Dico che  il suo succo, che inizia dolce e finisce asprigno, è come la descrizione della bellezza e del piacere:  parte avvolgendoti, ti tira i sensi, li allunga e li distende,  infine se ne va, lasciandoti in dote un aspro che pure è, intrinsecamente, ricordo del dolce dolcissimo che hai avuto.
Soprattutto per questo, per quest' ultima cosa, mi affascina il melograno.

10 commenti:

  1. Descrizione perfetta! E' un frutto che piace tantissimo anche a me. Le mie tre magnifiche piante, in campagna, confermano questa mia passione.

    RispondiElimina
  2. Un frutto colorato, dal gusto aspro…. Descrizione perfetta ha ragione Remigio.

    RispondiElimina
  3. l'hai descritto nei dettagli pur conservando intatto il suo mistero
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il melograno come una lanterna magica...

      Elimina
  4. Ti presento mia moglie, che va pazza per questo frutto. Per me ha qualcosa di fiabesco, forse il fatto che la buccia, non commestibile, contenga una granata a pallini come un proietto Schtrapsel, che esplode in aria e scaraventa a terra le sue biglie di ferro. Lo inventarono gli austriaci nella prima guerra mondiale per massacrare truppe in trincea. Il mio papà ne fu ferito ad una coscia.
    La mela granata è certamente e per fortuna meno pericolosa, anzi colorata e buona al punto giusto. Forse il fascino di questo frutto sta proprio nelle palline gustosissime e rosse al suo interno.

    RispondiElimina
  5. Magnifico frutto che hai descritto in maniera mirabile. Ho una pianta nella campagna in Liguria che fa solo fiori, purtroppo, QUI. E QUI è il melograno che è in un angolo del chiostro nella casa a Milano.

    RispondiElimina
  6. ciao da una che ne ha fatto il suo nik su yahoo.... baci, Jonuzza

    RispondiElimina

Commenti volgari, pretestuosi, completamente fuori tema, o dettati da malumori strettamente personali e/o fantasiosi e, di conseguenza, di nessun interesse né per me, né per gli altri, verranno elegantemente decapitati da me personalmente.