venerdì 24 marzo 2017

ho cambiato l'avviso

sottotitolo: "niente in comune con NAPALM51"


Mi piacerebbe scrivere come se fosse una canzone, sempre una canzone.
Mi piacerebbe far scivolare morbida ogni emozione e persino il dolore,  senza che nulla si perda o si deprezzi, senza aver bisogno di troppe parole, usando, ogni volta che mi riesce, parole fuoriuscite dai lacci del vocabolario.
Mi piacerebbe riuscire a raccontare l'intelligenza delle emozioni e farla arrivare dritta e intensa com'è alla ragione, riuscire a spiegarla come un teorema, ma senza usare formule.
Mi piacerebbe prendere i tanti cieli che ho fotografato e fotografarli di nuovo, stavolta con le parole.
Ecco, quest'è: mi piacerebbe costruire un cinema di parole, e  avere un calendario di programmazione pieno di film di ogni genere, nessuno escluso.
Mi piacerebbe soprattutto spiazzare sempre chi spera di diventare habitué di qualcosa.
Come mi sia uscito questo post non ve lo so raccontare, so che insieme a questo post m'è venuta l'idea di cambiare "l'avviso" che sta davanti ai commenti, perché riguardava un altro tempo e un altro blog e gli sfaccendati/e animosi/e che ispirarono quell'avviso con i loro commenti in stile Napalm51 sono- grazie a Giove e a tutti gli dei- scivolati nel tombino.
Lo so, sembrerà assurdo, ma c'è ancora gente che invece di litigare a casa sua per i cazzi suoi, se ne va in giro a litigare sui blog altrui...avete presente quando si dice "macché,  avemo mai magnato nello stesso piatto io e te?!?"

6 commenti:

  1. Ne conosco di gente che non si fa i cazzi suoi e va regolarmente a tirar la pelle dei coglioni nei blog altrui, così, tanto per rompere le palle. Conosco altri presunti blogger che si commentano alacremente da soli come anonimi o meglio con nomi di fantasia scaturendo dal nulla caciarate a base di parolacce e strizzamenti di m*****a, pensando che non li si possa capire, ma l'ars scribendi li rivela, o la punteggiatura o le melensaggini che dicono, perché vorrebbero scrivere una specie di copione, ma è difficile se non si à magari scritto un paio di racconti o una commediola dove si devono mettere in bocca a personaggi diversi battute adeguate al personaggio.
    Che cazzari! Che Stronzi! Che stronze!
    Al paese mio se dice: ma quanno semo stati a scopà insieme io e te?
    Ciao ragazza che scrive post che le riescono bene anche se non ci si impegna mai troppo, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...dici che non mi ci impegno, Vincenzo?
      Ma io non sono d'accordo e rido.
      Ciao, amico mio!

      Elimina
  2. tutti quei mi piacerebbe mi fanno un po' sorridere, perchè è già quello che fai, raccontare l'intelligenza delle emozioni (e raccontare le emozioni con intelligenza), fare foto di cieli (e di terre) con le parole, e scrivere come fosse una canzone.
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo averti letto mi sono ritrovata allo stato liquido-cremoso...mi sono sciolta, insomma...

      Elimina
  3. il mondo virtuale è pieno di teste di cazzo (più tecnicamente troll) e ne ho avuti anch'io. Mi fa piacere che ora il tuo blog si un'oasi serena come è giusto che sia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li abbiamo incontrati tutti, prima o poi, anche perché, talvolta, sono ben camuffate, sembrano teste e basta...
      Ciao, RockPoeta!

      Elimina

Commenti volgari, pretestuosi, completamente fuori tema, o dettati da malumori strettamente personali e/o fantasiosi e, di conseguenza, di nessun interesse né per me, né per gli altri, verranno elegantemente soppressi da me personalmente con un semplice clic!
(tranne che in qualche rara occasione, perché occorre lasciare che ogni tanto Quel Mostro si mostri pubblicamente per quel .......che è)