lunedì 15 maggio 2017

dalla filosofia al cazzeggìo

Mi scriveva tempo fa una blogger insegnante di filosofia:
"...l'sms di un alunno che ha finito l’esame mi riconferma nella convinzione del
valore dell’ironia, dello humor, anche nell’insegnamento e mi riaccende il dispiacere per non vederlo praticato mai dai miei colleghi. 
Andrea, il mio alunno, mi scrive che ha fatto un bellissimo tema di storia e un bellissimo esame di filosofia e conclude: “L’unico rimpianto è di non aver parlato dell’Ateismus Strudel di Fichte!”
Mi rendo conto che spiegare questa battuta costituisce una cosa piuttosto complicata per chi non ha frequentazioni di filosofia, ma basti dire che ci fu, ai temi dei tempi, una controversia presso i professori di filosofia nella università di Jena, che se la presero con Fichte (sì, lo so che non ha partecipato al grande fratello) , perché identificava Dio con l’ordine morale del mondo e quindi implicitamente ne negava la necessità dell’esistenza: tale controversia era nota come Atheismusstreit, cioè battaglia sull’ateismo… bene, nelle mie lezioni avevamo finito con il ribattezzarla Atheismus Strudel, garantendoci quattro risate anche alla fine di una serissima lezione di filosofia..."

Sulla base di questo aneddoto, inventai una storia strampalata per i miei lettori, scritta nello stile di una Wikipedia per insani di mente, che intitolai proprio: 

"AtheisMousseStrudel"  

Eccola:
Dicesi AtheisMousseStrudel lo strudel che si prepara dal 1880 nel Thüringen, Bundesland della Cemmania zentrale, dove si trova la città di Jena, sede di una prestigiosa e Alte Universität.
Trattasi di Strudel guarnito mit Mousse di crema alla cannella, una nuvola di simil-panna che inonda qualsiasi stanza di profumo di malga appena aperta e richiama alla mente le classiche atmosfere da Secession- Konditorei. 
Infatti, da più di cento anni, l’AtheisMousseStrudel viene prodotto con superba bravura e perizia gastronomica a 18 stelle dalla Konditorei di Günther Fichte, nipote e discendente diretto del perdutamente filosofo Johann Gottlieb  e figlio di Oskar Theodor Fichte, raffinatissimo Konditor alla corte di Franz I, Karl II, Joseph III, Hans IV, Mag-nus V, ecc. ecc. von  Österreich. 
La Konditorei Fichte, lo dico per i turisti,  affaccia le sue entusiasmanti vetrine sulla Wunderbar Torte Gasse.
Bei Herr Günther Fichte, in Wundebar Torte Gasse, potrete gustare il famoso AtheisMousseStrudel, stando comodamente seduti con il culettino su originali Stuhlen Thonet, provenienti dalla fabbrica-madre nella Czech Republic,  appoggiandovi con il doveroso sussiego ai tavolini in puro e originale stile Biedermeier, lascìto di Oskar Theodor Mag-nus, il molto-bisnonno di Günther.
Alcune raccomandazioni ai turisti: l’AtheisMousseStrudel va mangiato con la forchetta, ovverossia mit der Gabel, perché di consistenza morbida, adatta anche ai bambini più piccoli, purché svezzati, golosi e gastronomicamente già perversi.
Oltre che con la mousse cannellata o ZimtscheMousse, di cui sopra, l' AtheisMousseStrudel si può degnamente gustare con l’accompagnamento di fettine di mele caramellate,(Karamellierter Apfel), disposte a raggiera sull’angolo del piattino, a mo’ di margherita: la famosa Margaritische Garnierung della Konditorei Fichte.
Sulla parete dietro la cassa, al momento del Rechnung,  potrete ammirare il ritratto di Johann Gottlieb triste e diabetico, che lì troneggia ogni giorno e anche ogni notte. Il messaggio alla clientela, neanche tanto subliminale, che il ritratto del bis-tris-e quatrìs nonno, nonché padre morale della Konditorei Fichte,  rimanda è il seguente: ein Stück di AtheisMoussStrudel val bene un’intera esistenza filosoficamente spesa…...alla faccia di Gott mit uns!



Segue piccolo dizionarietto ad uso dei bontemponi di passaggio:

Thüringen Bundesland = la regione della Turingia;

Alte Universität = antica università;

Secession- Konditorei = Pasticceria Secessione, nome che nessun tedesco darebbe mai ad una pasticceria, né vera, né inventata!

Konditor = Pasticciere;

Wunderbar Torte Gasse = Vicolo Torta Meravigliosa...più o meno!

mit der Gabel = con la forchetta;

Karamellierter Apfel = stronzata puramente inventata...da me...starebbe per mela caramellata, più o meno;

Margaritische Garnierung = idem come la precedente, starebbe per guarnizione a forma di margherita...

Stuhlen = sedie;

Czech = Ceca, senza la i, come la Repubblica di memoria praghese;

Biedermeier=...be', qui andate a cercarvelo, se non lo conoscete;

Rechnung = conto;

ein Stück = una fetta;

Gott mit uns = popolare imprecazione in voga tra i portuali di Hamburg a partire dal  1800.

4 commenti:

  1. Manchmal amusierst Du Dich mit solchen Witzen. Diese Mal hab'ich gelacht. Pass aber an die Ausläute auf. "Mit" will immer Dativ und dann "mit der Gabel".
    Me la ricordo la storia dell'Atheismusstreit, ignoravo quella dello Strudel, ma io Fichte non me lo c..avo proprio. Invece Immanuel Kant era per noi un idolo.
    Danke für die Erinnerung an meine beste Zeit.

    RispondiElimina
  2. Urca, vado subito a correggere, Herr Professor!!!
    Contavo sulla tua revisione! Chi altri potrebbe?!?
    GRAZIE!

    RispondiElimina
  3. ti destreggi tra filosofia e pasticceria con simpatica ironia e indubbia bravura :)
    massimolegnani

    RispondiElimina

Commenti volgari, pretestuosi, completamente fuori tema, o dettati da malumori strettamente personali e/o fantasiosi e, di conseguenza, di nessun interesse né per me, né per gli altri, verranno elegantemente soppressi da me personalmente con un semplice clic!
(tranne che in qualche rara occasione, perché occorre lasciare che ogni tanto Quel Mostro si mostri pubblicamente per quel .......che è)