venerdì 19 giugno 2020

un'altra chiave di lettura

Jamie Gerburt/Getty images
La malinconia è solo la vitalità mutata di segno, energia inespressa che rimpiange sé stessa, sensualità rinnegata del vivere.
Malinconia non è parvenza di morte, bensì attesa che passi l'onda, puntando i pugni come per piangere,  immaginando il dopo che non si riesce a vedere.
Malinconia è senso estremo dell'esserci, l'attesa del ritorno, del possibile, anche quand'è difficile, lontano, improbabile, incerto, faticoso e forse insperabile.



6 commenti:

  1. Conosco alcuni malinconici di unamalinconia che è inquietudine elegantissima. Di quelle non violente per l'osservatore, anzi, direi ammaliante. Sono tendenzialmente vocati al bello, ed è una meraviglia.
    Pensiero spontaneo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensiero spontaneo, ci credo, ma comunque bello, profondo, da osservatrice non comune.

      Elimina
  2. Ma dai non è possibile!
    Sto riascoltando questa bellissim canzone direttamente dal mio blog, rileggo i commenti, vengo qui è trovo la stessa anzone!

    RispondiElimina
  3. La Malinconia ??? E', come la Solitudine, la mia migliore Compagna : colei che non mi ha mai tradito ... e che mi accompagnerà, nobile, integro, Cavaliere e romantico, tra le braccia accoglienti della Morte, facendomi gridare "Che bello morire ... e non dover più piangere per la mia amatissima, perduta ... sfortunata Francesca" !

    RispondiElimina

La moderazione è finalizzata esclusivamente ad oscurare/escludere chi si è reso protagonista di interventi offensivi e molesti e/o di tentati atti di pirateria informatica. Per l'esattezza: mi riferisco a persone ben identificate...